Archivio mensile:ottobre 2012

Dita di strega

Standard

Classico dolce di Halloween qui proposto in versione salata. Per una delle versioni dolci, basta sostituire la maionese ed il prosciutto con burro e marmellata di frutti rossi (da utilizzare anche al posto del ketchup. Un’altra versione dolce prevede la preparazione di biscotti di pasta frolla…

Ingredienti per 15 dita:
250 g di pane per tramezzini (5 fette)
150 g di prosciutto cotto
15 mandorle sgusciate
q.b. di maionese
q.b. di ketchup
q.b. di peperoncino in polvere (facoltativo)

Preparazione
Assottigliare con un matterello le fette di pane per tramezzini, tagliarle in tre pezzi e cospargerle di un sottile strato di maionese. Tagliare in quattro le fette di prosciutto crudo e adagiarne un quarto su ciascun pezzo di pane per tramezzini. Se volete rendere più piccate la cosa e fare uno scherzo ai vostri amici, potete aggiungere della polvere di peperoncino sopra la maionese, appena prima di mettere il prosciutto.
Avvolgere il tramezzino su se stesso sagomandolo a forma di dito, con il dorso (non seghettato) di un coltello realizzare le pieghe delle dita e su una punta creare lo spazio per mettere la mandorla saldata con un velo di maionese.
Servire su un piatto da portata decorate con il ketchup, particolarmente abbondante nella parte senza mandorla.
Buon Halloween!!!

Questa ricetta partecipa al complicontest « Il prosciutto » del blog “Laura in cucina“.

Questa ricetta partecipa alla « 1ª raccolta di Ricette per Halloween » del blog “Cucina che ti passa.info“.

Cervelli di zombie

Standard

Si avvicina la festa americana di Halloween, che sempre più successo riscuote da noi, ed ecco che delle semplici bignole salate di mozzarelline e crudo possono assumere il nome horror di “cervelli di zombie”.

Ingredienti:
125 g di bignè già pronti
250 g di ciliegine di mozzarella
150 g di prosciutto crudo
3 foglie di lattuga
q.b. di maionese

Preparazione
Tagliare con un coltello seghettato la parte superiore dei bignè, scavarne l’interno senza romperli e adagiarvi un pezzettino di lattuga con una goccia di maionese. Tagliare a metà le ciliegine di mozzarella (se i bignè sono grandi si possono utilizzare le ciliegine intere), avvolgerle in un pezzetto di crudo e posizionarle dentro i bignè sopra la lattuga e maionese.
Servire eventualmente accompagnati da ketchup…
Buon Halloween!!!

Questa ricetta partecipa al complicontest « Il prosciutto » del blog “Laura in cucina“.

Questa ricetta partecipa alla « 1ª raccolta di Ricette per Halloween » del blog “Cucina che ti passa.info“.

Dome (cupola)

Standard

Classico dessert elaborato da fine pasto, rigorosamente in bicchiere!
È composto da una salsa al cioccolato da una panna cotta e da una bavarese al pistacchio. Se si vuole aromatizzare al cocco la panna cotta, si può utilizzare la farina di cocco nella panna in ebollizione oppure dello sciroppo di cocco subito dopo la gelatina. Qualora dovesse avanzare, un golosone come me ci può sempre fare colazione… tuttavia, per tale scopo, forse è meglio nasconderne qualche porzione!

Ingredienti per la salsa al cioccolato:
Cioccolato fondente g 100
Panna fresca (35% di grassi) cl 10

Ingredienti per circa g 500 di Panna cotta:
Panna l. 0,5
Zucchero g 50
Colla di pesce g 7

Ingredienti per circa g 600 di Bavarese al pistacchio:
Latte l 0,25
Tuorli g 75 (n. 3)
Zucchero g 70
Vaniglia in bacca g 1 (n. 1/4)
Gelatina in fogli g 8
Panna fresca (35% di grassi) l 0,25
Pasta di pistacchio di Bronte g 150

Per la guarnizione:
Cioccolato fondente g 400
Farina di cocco g 50

Procedimento
Sciogliere la cioccolata per la guarnizione, versarla su stampi in silicone di forma semicircolare e fare raffreddare. Staccare la cupola in cioccolato e tenere da parte
Ammollare la gelatina in acqua fredda. Procedere adesso alla realizzazione della crema inglese.
Portare a bollore il latte con la stecca di vaniglia tagliata a metà nel senso della lunghezza.
Nella bastardella sbattere i tuorli con lo zucchero fino a rendere il composto cremoso e chiaro, versare gradatamente il latte sui tuorli, mescolando con una frusta.
Travasare la crema nella casseruola e riportare il tutto sul fuoco a calore moderato, mescolando continuamente. Quando la schiuma bianca formatasi in superficie tenderà a sparire e la crema inizierà ad addensarsi (cottura alla rosa, siamo ad 84-85 °C) è il momento di togliere il composto dal fuoco. Aggiungere la gelatina ben strizzata e fare sciogliere, filtrare, aggiungere la pasta di pistacchi e fare raffreddare. Montare la panna ad una consistenza non troppo densa (semimontata o lucida) ed incorporarla alla crema non appena questa inizia ad raddensare, mescolando delicatamente. Versare negli stampi monoporzione in silicone e riporre in frigo.Sciogliere il cioccolato a bagnomaria ed aggiungere la panna liquida. Con un mestolino versarne una piccola parte nel fondo delle coppette da cocktail.
Ammollare la gelatina in fogli. Mettere a bollire la panna con lo zucchero, portare a 80 °C e spegnere il fuoco, aggiungere la gelatina ben strizzata e fare sciogliere. Fare intiepidire, versare delicatamente nelle coppette riempiendole a metà e fare rapprendere in frigo.
Al momento di servire tirare fuori le coppette, sformare la bavarese sulle coppette, posizionare le cupole in cioccolato poggiate sulla bavarese e sul bordo del bicchiere e chiudere spolverando con farina di cocco.

La ricetta si trova sul libro « Dolci bicchieri – nuove tendenze in pasticceria » di Giuseppe e Maria Mazzarella, edito da Morrone Editore.

Questa ricetta partecipa al contest « Il pistacchio di Bronte » del blog “Le Torte di Gessica“ , nella sezione dolci.

Questa ricetta partecipa al contest « Natale a colazione » del blog “Dans ma cuisine“ Silvia vs Luca Project.

Silvia 2

 

Questa ricetta partecipa al programma di affiliazione « La pulce e il topo ».

Involtini di pesce spada al pistacchio e ciliegino gratinato

Standard

Sfizioso secondo di pesce e contorno abbinato ripreso dall’antica tradizione della cucina siciliana.

Ingredienti
qualche foglia di basilico
4 fettine sottili di pesce spada
un paio pomodori
granella di pistacchio di Bronte
Per il ripieno
uno spicchio di aglio
qualche foglia di basilico
una manciata di capperi sottosale
olio di oliva q.b.
5/6 olive verdi
4 cucchiai di pangrattato
peperoncino in polvere q.b.
2 pomodori pelati
sale q.b.

Procedimento
Per prima cosa preparate il composto per il ripieno dei vostri involtini di pesce spada. In una ciotola mescolate il pangrattato, i capperi, il basilico tritato, le olive sminuzzate, lo spicchio d’agio tritato e i pomodori sminuzzati, privati dei semi interni.
Aggiungete sale e peperoncino a piacere e mescolate bene. Poi occupatevi della preparazione del pesce spada: dalla fetta piuttosto sottile, rimuovete con un coltello la pelle. Se le fettine sono piuttosto lunghe tagliatele a metà, in modo da ottenere due piccoli involtini a testa. Una volta preparate le fette, adagiatevi sopra un paio di cucchiai di ripieno e arrotolatele facendo attenzione a ripiegare prima i bordi laterali in modo da non far fuoriuscire il ripieno. Fermate gli involtini di pesce spada con gli stecchini, panateli con la granella di pistacchio di Bronte e disponeteli in una pirofila unta d’olio. Alternate gli involtini a delle fettine di pomodoro e foglie di basilico; prima di infornare, spolverizzate gli involtini di pesce spada con una manciata di pangrattato e conditeli con un filo d’olio d’oliva. Mettete in forno già caldo a 180 gradi per appena 10 minuti. Servite gli involtini di pesce spada caldi. Con l’aiuto di uno scavino, svuotare i pomodorini ciliegino e riempirli con lo stesso composto degli involtini; spolverare con formaggio e gratinare in forno.

Questa ricetta partecipa al contest « Il pistacchio di Bronte » del blog “Le Torte di Gessica“ , nella sezione secondi.

Questa ricetta partecipa al contest « Abbasso le intolleranze » del blog “La fattoria di Nonna Paperina“.

banner_250x300 Intolleranze

Ravioli di ricotta al profumo di limone e pistacchio

Standard

Ingredienti per 5-6 persone:
Per la pasta
500 g di farina di grano duro
3 uova
q.b. di acqua
Per la farcia
500 g di ricotta
1 uova
Prezzemolo tritato
q.b. di pepe nero
q.b. di sale
Per la salsa
1 limone
30 g di burro
q.b. di farina di pistacchio di Bronte

Procedimento
Su un ripiano disporre la farina a fontana; al centro versare le uova. Lavorare energicamente con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo, liscio e compatto (se occorre aggiungere acqua).
Formare una palla, appiattirla con le mani e con il matterello, quindi stirare una sfoglia sottile. Cospargere i due lati della sfoglia con un velo sottile di farina, per evitare che si attacchino, e ripiegarla più volte su se stessa per una larghezza di circa 6 cm. Nel senso della lunghezza tagliare strisce di circa 1 cm. Coprire le tagliatelle ottenute con un tovagliolo
Sul ripiano infarinato stendere la pasta fino ad ottenere una sfoglia sottile. A parte amalgamare la ricotta (lasciata sgocciolare per un giorno), l’uovo, il prezzemolo tritato, il pepe nero e il sale.
Dalla sfoglia preparare dei dischetti di 5 cm di diametro. Su ogni dischetto sistemare un cucchiaio di composto, piegare la pasta su se stessa e chiudere per bene i bordi.
Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata per circa 5 minuti, scolarli e condirli.
Per la salsa al limone Tagliare la scorza di un limone a fili sottili e spremere il limone. Sciogliere in un pentolino 30 g di burro e unire il succo di limone, poco sale, abbondante pepe e 3 cucchiai di ricotta, mescolate e spegnete. Scolare la pasta, metterla nel piatto, condire con la salsina preparata e decorare con i filetti di limone e con la farina di pistacchio di Bronte.

Questa ricetta partecipa al contest « Il pistacchio di Bronte » del blog “Le Torte di Gessica“ , nella sezione primi.

Contestiamo???

Standard

Si avvicina il compleanno del mio primo blog (come per i figli, ne ho anche altri, ma questo è il maggiore) e, com’è consuetudine nel mondo dei food blogger, si festeggia con un contest! Questo è il mio primo contest, creato per festeggiare il primo anno di vita di questo blog (il 12 novembre), dal titolo « Piccole porzioni… per grandi occasioni! ».

Ogni food blogger che si rispetti sa perfettamente cos’è un contest, ma qualcuno dei miei lettori potrebbe non saperlo e allora spieghiamo: si tratta di una gara fra blogger (chi scrive su un blog), che può essere aperta anche a chi non lo ha, che si svolge a colpi di ricette. Ciascuno prepara una o più ricette corredate da almeno una foto che pubblica sul proprio blog mettendo il link fra i commenti del post del contest. Per chi non ha un blog, se ne è prevista la partecipazione, deve invece inviare la ricetta la blogger del contest che la pubblicherà nel suo blog con il nome del concorrente. Ogni gara ha poi dei vincitori e dei premi, anche se di modesta entità; in fondo lo spirito della partecipazione è quello di conoscere altri appassionati di cucina e confrontarsi con loro.

Ecco il banner del constest:

Regole di partecipazione al contest:
È valida qualsiasi ricetta dolce oppure salata purché realizzata in monoporzione in una o più delle tre categorie:
– finger food: monoporzioni da prendere con le mani
– glass food: monoporzioni da servire in bicchiere
– spoon food: monoporzioni da servire in cucchiaio
Si può partecipare anche solo ad una delle tre categorie, come pure a due o tutte e tre.
Partecipare con una sola ricetta (differente) per ciascuna categoria purché abbia almeno una foto.
La classifica sarà unica, la suddivisione nelle tre categorie verrà applicata nella creazione di un pdf con tutte le ricette pervenute.
Le ricette vanno pubblicate nel periodo del contest, dal 3 ottobre al 30 novembre 2012 (23.59), valgono anche le ricette vecchie purché ripubblicate.
Il contest è aperto a tutti: blogger, cuochi, casalinghe, semplici appassionati/e…
Si deve esporre il logo del contest sul post e sulla home page del blog o nella pagina dei contest (per i blogger) con il link a questo post.
Per chiunque abbia un blog, basta postare il link con la/e ricetta/e con la categoria, insieme al proprio nome e cognome, come commento a questo post.
Per chiunque invece non abbia un blog, basta inviare la/e ricetta/e con foto e categoria, insieme al proprio nome e cognome, per email a: hotaku@hotmail.com (specificare “contest” nell’oggetto)
Registrarsi al mio blog (ovviamente!) e diventare miei followers (obbligatorio), lasciando l’email sotto il mio badge.
Se vi va potete mettere “mi piace” alla mia pagina Facebook « L’Altipiano Ibleo » (non è obbligatorio), trovate il badge a lato.

I glass food vanno fotografati nel relativo bicchiere, mentre gli spoon food vanno fotografati in un cucchiaio…

Ed ecco due esempi per categoria, uno dolce e l’altro salato:

– finger food, monoporzioni da prendere con le mani: cuori fiammantispiedini Saint Honoré,
– glass food, monoporzioni da servire in bicchiere: mousse ai tre cioccolati, lasagna in bicchiere;
– spoon food, monoporzioni da servire in cucchiaio: stella del sud, crostini alla calendula.

Come premi ho scelto qualcosa di semplice, ma anche personale, si tratta dei libri che ho pubblicato (a scalare):
• 1° premio: 3 libri (Pani ri casa e cosi minuti – Cosi aruci – Erba di casa mia) – libro Dolci bicchieri – tagliabiscotti a forma di cuore.
• 2° premio: 3 libri (Pani ri casa e cosi minuti – Cosi aruci – Erba di casa mia) – libro Dolci bicchieri
• 3° premio: 3 libri (Pani ri casa e cosi minuti – Cosi aruci – Erba di casa mia)

Sono inoltre previsti dei premi di “consolazione” (al momento ci sto ancora pensando) per:
• la migliore foto della ricetta
• la migliore grafica del blog
• la migliore struttura e contenuti del blog

Ci ho pensato, aspettavo la pubblicazione in formato digitale di altri tre miei lavori ma al momento ci sono ritardi, ed ho deciso di rimanere in tema di finger food. I premi saranno rispettivamente 12 tagliabiscotti assortiti, tris di tagliabiscotti a forma di mano e tagliabiscotti a stella a sei punte. Scusate il ritardo, ecco la foto…

Ed ecco la mia giuria composta da tre mie amiche blogger:

Queste invece sono le tre giurate per decidere chi consolare, altre tre amiche:

  • la fotoamatrice Franca Falcone
  • l’architetto Giuseppina Filippini
  • la gastronoma Patty (E Tony)

L’elenco dei vincitori verrà pubblicato dopo il 10 dicembre (diamo il tempo alle giurate di esaminare con calma le ricette…). Tutte le ricette pervenute verranno raccolte in un file pdf contenente anche i nomi ed i blog.

E adesso tutti al lavoro…

Elenco delle ricette partecipanti con blog:

  1. « Pagnuccata » del blog “La Pulce e il Topo” di Pietro Caronte, categoria finger food;
  2. « Dolci Bon Bon al cioccolato » del blog “Le Torte di Gessica“, categoria finger food;
  3. « Tiramisù al pistacchio di Bronte » del blog “Le Torte di Gessica“, categoria glass food;
  4. « Involtini di melanzane e spaghetti » del blog “Le Torte di Gessica“, categoria spoon food;
  5. « Bicchierini finger food tricolore » del blog “Pane e Pomodoro“, categoria glass food;
  6. « Ricetta capcake Barozzi » del blog “Laura in cucina“, categoria finger food;
  7. « Bicchierini con crema di marroni e amaretti » del blog “Dolci Pensieri” di Serena Crivelli, categoria glass food;
  8. « Crocchette di riso con salsiccia » del blog “Dolci Pensieri” di Serena Crivelli, categoria finger food;
  9. « Coppa “delizia ai fichi” » del blog “I DOLCI SICILIANI… e dintorni…” di Lillo Freni, categoria glass food;
  10. « Crostatine alle banane e cacao » del blog “A TUTTA CUCINA“,categoria finger food;
  11. « Bicchierini di mousse al caffè » del blog “TENNIS A TAVOLA“, categoria glass food;
  12. « Croccante alle nocciole » del blog “Peppe ai Fornelli“, categoria finger food;
  13. « Polpettine di pollo speziate » del blog “Pasticci & Pasticcini” di Mimma Morana, categoria finger food;
  14. « Mini muffin alla zucca di Ruthann »  del blog “COOKALASKA” di Michela, categoria finger food;
  15. « Cestini d’autunno »  del blog “In cucina con gioia” di Gioia, categoria finger food;
  16. « Cioccolatini ripieni con pasta di pistacchi » del blog “Le tenerezze di Ely di Elena, categoria finger food;
  17. « Baby torte di riso » del blog “Ricette vere di Giovanna, categoria finger food;
  18. « Bon bon ricotta, cocco e cioccolato », del blog “L’ANGOLO DOLCISSIMO” di Federica, categoria finger food;
  19. « Muffin salati alla cipolla e pancetta », del blog “Il caffé delle donne” di Amelie, categoria finger food;
  20. « Candies – caramelle ripiene di uva », del blog “Eightdaysweek“, categoria finger food;
  21. « Le gateau basque di Christophe Felder », del blog “Unsoffiodipolveredicannella“, categoria finger food;
  22. « Antipasto fresco in bicchiere », del blog “L’arte in cucina” di Laura Borrini, categoria glass food;
  23. « Cestini di pane », del blog “Pane e panna” di Antonietta Costantino, categoria finger food;
  24. « Ciocco-bicchieri al caffè », del blog “In cucina con Memole“, categoria glass food;
  25. « Bicchierini cioccolato bianco e melagrana », del blog “La Melagranata“, categoria glass food;
  26. « Cubetti da viaggio… minicake », del blog “fotocibiamo” di Luca e Monica, categoria finger food;
  27. « Cestini dal cuore ripieno », del blog “Le 1000 fantasie della cucina di Annaly… e non solo” di Annaly, categoria finger food;
  28. « Mini Tiramisù assortiti », del blog “LiberaMente in cucina… ma con la pancia piena, categoria glass food;
  29. « Stuzzichino “stuzzicante” », del blog “LiberaMente in cucina… ma con la pancia piena“, categoria finger food;
  30. « Cheesecake mignon, una piccola delizia! », del blog “Un’altra fetta di torta” di Laura, categoria finger food;
  31. « Prugne in crosta di pancetta e cuore croccante di mandorla », del blog “Un’altra fetta di torta di Laura, categoria spoon food;
  32. « Tartellette bianche e nere », del blog “Apprendista Pasticcere” di Giulia, categoria finger food;
  33. « Cheesecake alle ciliegie », del blog “Seme di Girasole” di Laura Morrone, categoria glass food;
  34. « Tartellette verdi », del blog “Seme di Girasole” di Laura Morrone, categoria finger food;
  35. « Cheese cake al cucchiaio, anzi nel cucchiaio », del blog “Le leccornie di Danita” di Daniela, categoria spoon food;
  36. « Cheese cake di vaniglia rovesciata all’amarena », del blog “Le leccornie di Danita” di Daniela, categoria glass food;
  37. « Cialledda a modo mio, finger food », del blog “Le leccornie di Danita” di Daniela, categoria finger food;
  38. « Chocolate and Caramel Biscuit », del blog “Pan di Zenzero” di Alessia, categoria finger food;
  39. « Polpette di Pop Corn in Salsa Rosa », del blog “Il Semplice Gusto di Laura” di Laura Allevi, categoria finger food;
  40. « Golosità al caffè », del blog “Il Semplice Gusto di Laura” di Laura Allevi, categoria glass food;

Elenco delle ricette partecipanti senza blog (ricette nella mia pagina):

  1. « Pinchos zucchini alla ricotta, trota salmonata marinata e mele » di Giacomo Picariello, categoria finger food;
  2. « Fingerfood di pasta e crema di ricotta al basilico » di Giacomo Picariello, categoria glass food;
  3. « Bicchierini 4 strati » di Arsentiy Calabrese (arsentiycalabresechef@yahoo.it), categoria glass food;
  4. « Paccheri ripieni spoon food » di Mattia Quattrone (Piatti della tradizione by Mattia), categoria spoon food;
  5. « Dolci momenti cremosi » di Mattia Quattrone (Piatti della tradizione by Mattia), categoria glass food;
  6. « Raviolo al caffè ripieno di cioccolato modicano su crema di carote » di Alessandro Scatà, categoria spoon food;
  7. « Carciofi in pastella » di Maria Ciampà, categoria finger food;
  8. « Polpettine di salsiccia con cuore morbido » di Mattia Quattrone (Piatti della tradizione by Mattia), categoria finger food;

Elenco delle ricette “fuori concorso” (verranno comunque inserite nel pdf):

  1. « Involtini di alici e peperoni » del blog “Le Torte di Gessica“, categoria finger food;