Torta delle beatitudini

Standard

Ingredienti per una torta di circa 20 cm:
250 g di pasta sfoglia pronta
1 confezione di bignè pronti
300 g di pasta di mandorle pronta

Per la pasta savarin
250 g di farina
100 g di burro
50 g di zucchero
12 g di lievito di birra
3 cl di latte
3 uova
1/2 limone
burro e farina q.b.
5 cl liquore al timo

Per le creme al pistacchio e alla nocciola:
½ l di latte
2 tuorli
150 g di zucchero
60 g di amido di mais
la scorza di ½ arancia
100 g di pistacchio tritato
130 g di crema spalmabile di nocciole
500 ml di panna

Ingredienti per la mousse all’arancia:
1 arancia spremuta (circa 100 g)
1 foglio gelatina (3 g)
10 cl di panna
36 g di meringa italiana
1 albume
62 g di zucchero
2 cl di acqua

Preparazione

Prima di cominciare, lavare e grattugiare la scorza dei limoni, sgusciare le uova in una ciotola, fare ammorbidire il burro. Imburrare e infarinare gli stampini.

Sciogliere il lievito nel latte tiepido, unire a 50 g di farina e impastare formando una palla, riporla in una ciotola coperta con un canovaccio e fare lievitare in luogo tiepido per circa 30 minuti. Al termina la pasta dovrà essere raddoppiata. Aggiungere la farina restante, il burro, lo zucchero e la scorza di limone e lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo (preferibilmente con l’aiuto di una impastatrice). Aggiungere le uova una alla volta e poi il burro ammorbidito. Ottenuto un impasto morbido, sbattere con l’impastatrice a velocità media per circa 4 minuti, fino a quando il composto assumerà l’aspetto vellutato.

Trasferire l’impasto in una ciotola capiente, coprirlo con pellicola alimentare e farlo lievitare ulteriormente per circa 1 ora, al termina del quale dovrà presentarsi soffice e gonfio. Trasferire, eventualmente con l’ausilio di una tasca da pasticceria, l’impasto nella tortiera a forma di cuore spingendo verso il bordo (con la cottura gonfierà verso l’interno). Lasciare nuovamente lievitare fino a che l’impasto avrà raggiunto il doppio di spessore, quindi cuocere in forno già caldo a 200 °C per il forno elettrico oppure 180 °C per quello a gas per 15 minuti. Sformare il savarin e tagliare uno strato centrale (senza gobbe) dello spessore di 1 c,m circa, poi con un taglia biscotti a forma di cuore, asportare il pezzo centrale.

Bucherellare la pasta sfoglia e, con la tortiera del savarin, sagomarla a cuore ottenendone due e cuocere in forno a 200 °C per circa 20 minuti, fino a doratura.

Dividere i primi quattro ingredienti a metà e preparare due creme pasticcere, una al pistacchio e l’altra alla nocciola. Portare a bollore il latte con il pistacchio tritato. Montare il tuorlo con lo zucchero, poi aggiungere l’amido di mais e amalgamare il tutto, se il composto risulta secco aggiungere un mestolo di latte. Quando il latte giunge a bollore (filtrarlo per una crema più raffinata), aggiungere il composto, aspettare che riprenda il bollore e mescolare con la frusta finché addensa; travasare velocemente in un altro contenitore e fare raffreddare. Ripetere il procedimento con l’altra metà del latte aromatizzandolo con la scorza d’arancia.

Una volta fredde, aggiungere a ciascuna metà della panna montata mescolando delica

tamente con una spatola dal basso verso l’alto.

Portare a 121 °C l’acqua con lo zucchero, quando raggiunge i 110 °C montare a neve l’albume. Appena pronto, aggiungere a filo lo sciroppo e fare raffreddare continuando a sbattere. Mettere la gelatina a bagno in acqua fredda, spremere l’arancia e pastorizzare il succo a 70°C; aggiungere la gelatina e lasciare intiepidire. Montare la panna ed incorporarvi con precauzione il succo quasi freddo, unire gradatamente metà della meringa al composto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Foderare con carta alluminio il taglia biscotti a cuore, riempirlo con la mousse e ghiacciarla in freezer.

Mettere in una padella sul fuoco dello zucchero e delle fette d’arancia e farle caramellare.

Con l’aiuto di una tasca da pasticcere, mettere la crema al pistacchio sopra la prima sfoglia, bagnare il lato inferiore del savarin con il liquore al timo addizionato di pari quantità d’acqua e poggiarlo sopra la crema, quindi bagnare anche il lato superiore. Sformare la mousse a cuore e posizionarla al centro del savarin, ricoprire con la crema alla nocciola e adagiarvi sopra la seconda sfoglia.

Con la tasca da pasticceria decorare la superficie superiore con la mousse rimasta, posizionare le fette d’arancia intervallate ai bignè ripieni con crema Chibouste o Saint Honoré oppure con le due creme precedenti.

Fare delle rose di marzapane e posizionarle al centro.

Insieme ai Cuori fiammanti e alla Torta Carol, può essere un ottimo dolce per festeggiare San Valentino!

Questa ricetta partecipa al Contest « Pasqua lievitata » del blog “About Food”

Questa ricetta partecipa al Contest « La ricetta del Cuore! » del blog “Tina in cucina”.

Questa ricetta partecipa al Contest « CUCINANDO CON IL CUORE – Il contest degli innamorati » del blog “L’Aroma del caffé

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...