Archivio mensile:novembre 2011

Un nuovo Contest, una nuova avventura…

Standard

Dopo la sfida del programma « Attenti al cuoco » con l’impareggiabile Giampaolo Trombetti, andata in onda il 1° ottobre scorso, su Alice tv…

… eccomi qui con una nuova gara: il Natale si avvicina, già si sente nell’aria profumo di strenne.

Il blog « Pecorella di Marzapane », insieme al giornale online « Scelte di Gusto » hanno indetto un contest di ricette dal titolo:

STRENNE DI NATALE: tu cucini Scelte di Gusto premia!

Era da un po’ che volevo realizzare un blog di cucina, grazie a questa gara ho affrettato i tempi, ed eccomi qua con le tre ricette che trovate nei post precedenti: con esse gareggio!

Per partecipare a questa gara occorre andare al link

http://pecorelladimarzapane.blogspot.com/2011/10/strenne-di-natale-tu-cucini-scelte-di.html

Qui troverete il regolamento per partecipare, ma fate in fretta avete tempo fino al 30 novembre per postare le vostre ricette…

… e fino al 30 dicebre per votare iscrivendovi sul sito di Scelte di Gusto, il giornale online di informazione e cultura enogastronomica (www.sceltedigusto.it)

Un “in bocca al cuoco” a tutti i partecipanti ed un sentito grazie a Tiziana, la food blogger di Pecorella di Marzapane!

Annunci

Cuori fiammanti

Standard

Partendo da alcune ricerche sulla crema bruciata sarda, le cui origini risalgono alla crema catalana, si è giunti a questa reinterpetazione in chiave moderna attraverso un finger food composto dai classici voul au vent riempiti con crema catalana che ho chiamato cuori fiammanti.

Ingredienti 12-15 finger food:
250 g di pasta sfoglia
500 ml di latte
6 tuorli d’uovo
200 grammi di zucchero
50 grammi di amido di mais (maizena)
la buccia di un limone intero
una stecca di cannella
zucchero di canna q.b.
alcool puro q.b.

Preparazione:
Con l’aiuto di un coppa pasta o taglia biscotti, preferibilmente a forma di cuore, di 6 cm di diametro tagliare la pasta sfoglia (si consiglia di usare quella già pronta, in alternativa la si può fare seguendo la classica ricetta e stendendola dello spessore di 5 mm), ritagliare la metà degli stampi con un coppa pasta più piccolo (4 cm di diametro). Spennellare con acqua il bordo delle sfoglie intere e, aiutandosi con lo stesso coppa pasta del taglio, adagiarvi sopra le sfoglie tagliate una seconda volta eliminando la parte centrale e lasciando il bordo esterno.
Lasciare riposare in frigo per circa 30 minuti, bucherellare con una forchetta la parte interna e cuocere in forno a 180 °C per circa 20-30 minuti: togliere dal forno quando sono dorati.
Appena freddi, asportare con uno spelucchino o altro coltello a punta alcuni strati della sfoglia nella parte centrale per aumentare lo spazio disponibile.
Mettere sul fornello il latte con la cannella e la buccia di limone. Toglierlo dal fuoco poco prima che inizi a bollire e metterlo in una terrina a raffreddare. In un’altra terrina montare a crema i tuorli con lo zucchero.
Quando il latte è freddo, metterne un po’ in una tazzina (per sciogliere la maizena) e il rimanente versarlo in una casseruola assieme ai tuorli montati con lo zucchero, mettere il tutto sul fuoco a fiamma bassissima mescolando continuamente. Al momento che la crema inizierà ad addensare, aggiungere, continuando a mescolare, la tazzina di latte con la maizena precedentemente sciolta. Continuare a cuocere a fuoco lentissimo e a mescolare facendo attenzione a non portare ad ebollizione la crema, dopo circa 15 minuti la crema inizierà a diventare gialla e densa, questo indicherà la fine della cottura.
Fare intiepidire la crema, versarla nei cuori di sfoglia e metterla in frigo per un paio d’ore.
Al momento di servire, tirare fuori dal frigo e cospargere lo zucchero di canna sopra la crema, facendo attenzione a non fargli toccare la sfoglia. Con l’aiuto di un contagocce, bagnare lo zucchero di canna con alcool puro facendo attenzione a non farlo andare sulla sfoglia, accendere lo zucchero e servire immediatamente con la fiamma accesa (facendo molta attenzione a non farla spegnere!).
Una volta bruciato l’alcool la fiamma si spegnerà da sola lasciando lo zucchero caramellato.

La ricetta si trova sul libro « Dolci bicchieri – nuove tendenze in pasticceria » di Giuseppe e Maria Mazzarella, edito da Morrone Editore.

English version

Version française

Ha partecipato alla trasmissione « Attenti al cuoco » su Alice tv (canale 416 di Sky).

Ecco il video:


Puoi votare la ricetta al link
http://www.alice.tv/attentialcuoco/votazione-attenti-al-cuoco-tv.asp?fromRow=30

Involtini di pesce spada e ciliegino gratinato

Standard

Sfizioso secondo di pesce e contorno abbinato ripreso dall’antica tradizione della cucina siciliana.

Ingredienti
Basilico qualche foglia
Pesce spada 4 fettine sottili
Pomodori un paio
Pistacchi granella
Per il ripieno
Aglio uno spicchio
Basilico qualche foglia
Capperi sottosale una manciata
Olio di oliva q.b.
Olive verdi 5/6
Pangrattato 4 cucchiai
Peperoncino in polvere q.b.
Pomodori pelati 2
Sale q.b.

Procedimento
Per prima cosa preparate il composto per il ripieno dei vostri involtini di pesce spada. In una ciotola mescolate il pangrattato, i capperi, il basilico tritato, le olive sminuzzate, lo spicchio d’agio tritato e i pomodori sminuzzati, privati dei semi interni. Aggiungete sale e peperoncino a piacere e mescolate bene. Poi occupatevi della preparazione del pesce spada: dalla fetta piuttosto sottile, rimuovete con un coltello la pelle. Se le fettine sono piuttosto lunghe tagliatele a metà, in modo da ottenere due piccoli involtini a testa. Una volta preparate le fette, adagiatevi sopra un paio di cucchiai di ripieno e arrotolatele facendo attenzione a ripiegare prima i bordi laterali in modo da non far fuoriuscire il ripieno. Fermate gli involtini di pesce spada con gli stecchini e disponeteli in una pirofila unta d’olio. Alternate gli involtini a delle fettine di pomodoro e foglie di basilico; prima di infornare, spolverizzate gli involtini di pesce spada con una manciata di pangrattato e conditeli con un filo d’olio d’oliva. Mettete in forno già caldo a 180 gradi per appena 10 minuti. Servite gli involtini di pesce spada caldi. Con l’aiuto di uno scavino, svuotare i pomodorini ciliegino e riempirli con lo stesso composto degli involtini; spolverare con formaggio e gratinare in forno.

Tagliolini di mare

Standard

Uno sfizioso antipasto per le feste di Natale.

Ingredienti per 4 persone:
200 g di salmone affumicato a fette
400 g di gamberi
8 uova
2 cipolle grandi
8 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
1/2 cucchiaio di olio d’oliva
1 cucchiaio di latte
1 cipollotto

1 cucchiaio di senape
1 cucchiaino di bacche di ginepro
2 foglie d’alloro
Sale, pepe macinato e in grani

Procedimento
Lavare i gamberi, sgusciarli ed eliminare il filamento scuro incidendoli sul dorso, lessarli al vapore per 7-8 minuti, scolarli, metterli in un a ciotola ed aggiungere qualche grano di pepe, le bacche di ginepro e le foglie di alloro spezzettate; tritare il cipollotto, versarlo sopra i gamberi e spolverizzare con il sale.
Emulsionare 5 cucchiai di olio, la senape e il pepe macinato, versare la salsina sui gamberi, mescolare lasciare in infusione per ½ ora. Fare appassire le cipolle a fette per 10 minuti nell’olio rimasto, scolarle su carta assorbente e tenerle da parte; sbattere le uova con una forchetta, aggiungervi il latte, poi le cipolle, il sale, il pepe macinato e mescolare il tutto.
Scaldare l’olio in padella, versarvi il composto e cuocere uniformemente finche risulta gonfio e dorato; una volta fredda, tagliare la frittata a triangolini.
Scolare i gamberi dall’emulsione, avvolgere nelle fettine di salmone e sistemarli sopra i triangolini di frittata disponendoli su un piatto da portata.

Hello world!

Standard

Welcome to WordPress.com. After you read this, you should delete and write your own post, with a new title above. Or hit Add New on the left (of the admin dashboard) to start a fresh post.

Here are some suggestions for your first post.

  1. You can find new ideas for what to blog about by reading the Daily Post.
  2. Add PressThis to your browser. It creates a new blog post for you about any interesting  page you read on the web.
  3. Make some changes to this page, and then hit preview on the right. You can always preview any post or edit it before you share it to the world.